Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Bonus sociale luce e gas: le novità del 2022

Leggi

Caro-bollette, Confcommercio Marche Nord: “Al Prefetto un documento per il presidente Draghi\"

Leggi

Turismo volano per lo sviluppo delle Marche, Confcommercio Marche Nord e Regione: “Facciamo rete”

Leggi

Turismo, l’Itinerario della Bellezza al centro dell’incontro tra Confcommercio e Camera di Commercio

Leggi

I benzinai confermano lo sciopero del 6 e 7 novembre

Figisc/Anisa Confcommercio , Faib Confesercenti e Fegica Cisl protestano contro l\'illegalità \"figlia delle liberalizzazioni selvagge\" e il mancato intervento di compagnie, organizzazioni e governo per riformare il settore

Stop per le pompe di benzina il 6 e 7 novembre. Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio confermano infatti la chiusura degli impianti -stradali ed autostradali- su tutto il territorio nazionale. "Di fronte al silenzio assordante del Governo e all'indifferenza del ministro dello Sviluppo Economico le organizzazioni dei Gestori degli impianti stradali non hanno potuto fare altro - si legge in una nota - che ricorrere alla mobilitazione generale che culminerà con lo sciopero che avrà inizio alle ore 6 del giorno 6 e terminerà alle ore 6 del giorno 8 novembre".





Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies