Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

A Urbino la seconda Conferenza sul Turismo

Leggi

Promuovi la tua Attività

Scopri come aumentare la tua clientela con i nostri serviziLeggi

Dal 3 maggio le domande di accesso ai sostegni per il commercio al dettaglio

Leggi

Guerra in Ucraina, preoccupazione di Confcommercio Marche Nord per imprese del territorio

Leggi

“La città non piace alle famiglie in vacanza”

Turismo e prospettive con un occhio rivolto già alla prossima stagione ma anche criticità e problemi da risolvere. Problemi e richieste portate all’evidenza da Amerigo Varotti, direttore Confcommercio mentre Fabrizio Oliva, presidente Apa è già al lavoro per un’importante manifestazione che caratterizzerà la parte finale della stagione 2016. “Due gli elementi – spiega Varotti – che ci preoccupano di questa stagione: la questione del ruolo dei bed&breakfast il calo del turismo familiare. Per entrambe le cose torneremo a farci sentire con l’amministrazione e nelle sedi opportune. In questa estate a Pesaro è venuto a mancare un turismo familiare di cui registrano un calo. La città non è più vista come meta prediletta di destinazione turistica. Diverse strutture registrano ancora una buona affluenza nella prima settimana di settembre, anche grazie alla presenza di gruppi. In tal senso si è invertita la tendenza, se prima i gruppi si vedevano in bassa stagione ora anche in agosto e settembre si registrano gli arrivi. Questo tipo di filone turistico necessita infatti di qualcosa in più che non siano solo eventi, spesso di marketing territoriale: ne é un esempio il risultato a nostro parere deludente in termini di presenza e arrivi in città, per la novità del Pesaro Doc Fest di Luca Zingaretti. AL di là del personaggio e del nome, un format troppo costoso e di cui in realtà pochi, soprattutto i turisti, se ne sono accorti”. Varotti richiama inoltre associazioni e amministrazione a farsi parti attive nell’organizzazione e partecipazione a fiere, educational e workshop, perché non basta più la semplice comunicazione sui social network op sui media. Poi c’è la battaglia sui B&B, un caso che è esploso nella nostra Provincia quest’anno più che mai: “Per quanto riguarda la Provincia, c’è un sito Aren B dove vengono rese disponibili ben 600 camere – chiosa Varotti - nel settembre scorso in occasione degli Stati Generali del Turismo, il funzionario regionale Talarico aveva preannunciato un provvedimento di trasformazione in imprese vere e proprie anche per i B&B, ne aveva parlato di fronte al sindaco ma oggi nulla è stato cambiato. Torneremo a farci sentire con il Governatore Ceriscioli”. L’amministrazione non ha per questa stagione ripristinato la quota di 1/3, quale provento della tassa di soggiorno destinato alla promozione anche se il sindaco avrebbe già assicurato il presidente degli albergatori Oliva, sull’impegno a mettere risorse o fornire strumenti per la promozione. “Abbiamo già sollecitato sindaco e assessori a una promozione anche su canali tradizionali, spostandoci in giro per l’Italia e nei territori – così Oliva”. L’evento che oltre al Rof dovrà fare da traino per un periodo prolungato e in grado di generare un solido indotto economico c’è ed è in programma per settembre 2016: “Punteremo al turismo sportivo – anticipa Oliva – siamo vicini a chiudere la partita con un Ente di promozione sportiva e organizzazione eventi di caratura nazionale. Eventi finora solo presenti in Romagna che dal prossimo anno dovrebbero essere dirottati a Pesaro”. Potrebbe trattarsi dei campionato italiani Uis o Csen.

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies