Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

A Villa Imperiale ‘sfila’ l’Itinerario della Bellezza nella provincia di Pesaro Urbino

Leggi

Una rete per valorizzare le Marche: Confcommercio Pesaro Urbino incontra Regione e Fipe

Leggi

Week Gastronomici D’(A)MARE - Estate 2022

Leggi

Promuovi la tua Attività

Scopri come aumentare la tua clientela con i nostri serviziLeggi

Le ricercatrici della bellezza mostrano le loro nuove opere

PESARO Sono esposte nel cortile di Palazzo Gradari, fino a domenica 11 le opere che hanno partecipato al progetto "Tra il dire e il mare, donne dal pensiero attivo, ricercatrici di innovazione e bellezza", ideato dall'artista Susanna Strapazzini in collaborazione con Patrizia Caimi, presidente del Terziario Donna Confcommercio Marche nord.

L'idea è nata dall'esigenza di rilanciare l'imprenditoria femminile, dopo l'estenuante periodo di sofferenza legato alle restrizioni imposte dalla pandemia, e, al contempo, dare visibilità all'arte sfruttandone le potenzialità anche economiche. Sono state coinvolte 12 artiste visive residenti in provincia, messe a confronto con altrettante imprenditrici di successo nel corso di un convegno tenutosi l'8 marzo.

In seguito le artiste hanno espresso sé stesse e interpretato il tema proposto in un'opera con tecnica libera e ad ogni artista è stata abbinata una scrittrice, che, con un racconto o una poesia, si è ispirata all'opera visiva assegnatale. È stato anche realizzato un libro-catalogo a coloricon le opere in mostra, arricchito dalle relative creazioni letterarie delle scrittrici. Perché questo singolare titolo "Tra il dire e il mare"? La donna è da sempre, nell'arte e nell'immaginario, una figura legata al mare.

«Elemento vitale, mutevole e immutabile al tempo stesso - dicono gli organizzatori -. Come la donna, il mare è sempre presente, solido, forte, dispensatore di energia benefica, feconda, fonte di cibo, veicolo per il turismo, promessa di viaggi. Le donne del territorio sono anche donne di mare. Ed ecco spiegato anche il gioco di parole: le donne sono maestre anche nel dire, il linguaggio che sostiene relazioni, negoziazioni, trasmissione di conoscenze al fine di trasformare il pensiero astratto in pensiero attivo e fecondo».

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies