Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Convenzioni

Associati e Viziati con le convenzioni ConfcommercioLeggi

Prestiti e Fidi Pos, la Confcommercio sceglie la Bcc di Gradara per aiutare i suoi associat

Leggi

Ford - Confcommercio: convenzione riservata solo ai soci

Leggi

Confcommercio e Riviera Banca ancora insieme nel 2020

Leggi

«Qui regna sovrana l'assoluta confusione»

La Confcommercio accusa «Decreti in ritardo e fumosi»

Confcommercio è stata letteralmente sommersa di telefonate ieri mattina: in molti non sapevano ancora cosa fare. «Cè tantissima confusione con un decreto firmato a 2 giorni dal termine del lockdown. - spiega Davide Ippaso, segretario di Confcommercio- La cartellonistica da esporre, il distanziamento dei tavoli, gli orari.

Potrà un ristoratore dover chiedere ai propri clienti se fanno parte di un nucleo famigliareo no? Addirittura abbiamo scoperto per caso, chegli orari di riferimento dei baristi e dei pubblici esercizi erano quelli "normali" e non quelli dell'ordinanza regionale del Covid, con aperture oltre le 21.

Ma le difficoltà dei commercianti vanno poi anche oltre le normative: tante le domande peri 25mila euro di liquidità e c è difficoltà con le banche». Una situazione paradossale che fmoad oggi si è basata sul sentito dire: «Sono giorni che parrucchieri ed estetisti ci chiedono se possono prendere le prenotazioni visti i regolamenti che cambiano di ora in ora, a dimostrazione che chi ha creato ordinanze e regolamenti ha poco a che fare con il mondo reale. Come si possono evitare "assembramenti" in un pubblico esercizio?

La più grossa preoccupazione è quella che il ritorno alla vita normale, farà molte più vittime del Covid. Faccio un plauso a chi ha voglia di aprire, famiglie che vivono di quello, e siamo pronti a dare una mano, con la sicurezza e nel rispetto di un regolamento preciso». Senza considerare che qualcuno potrebbe non riaprire più.


da Il Corriere Adriatico

Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies