Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

Fino al 17 ottobre a Fossombrone la straordinaria mostra dedicata a Giuseppe Diamantini

Leggi

Ford - Confcommercio: convenzione riservata solo ai soci

Leggi

Chiama…ci siamo! 377/3884391 servizio di supporto psicologico

Leggi

“Itinerario Di-Vino”

Marche: dalla vigna alla tavolaLeggi

SILB - Contributo a fondo perduto “Fondo per il sostegno alle attività economiche chiuse”

Modalità attuative

I beneficiari del contributo a fondo perduto sono i soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione che:

a) alla data del 23 luglio 2021 (entrata in vigore del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 settembre 2021, n. 126) risultano chiuse in conseguenza delle misure di prevenzione adottate ai sensi degli articoli 1 e 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35. Nello specifico, la presente lettera a) è riferita ai beneficiari che svolgono come attività prevalente quella prevista dal codice ATECO 2007 “93.29.10 Discoteche, sale da ballo night-club e simili”. In favore di tali attività l’articolo 11 del decreto-legge n.105 del 2021 ha stanziato una quota di 20 milioni di euro del Fondo;

b) alla data del 26 maggio 2021 (data di entrata in vigore del decreto–legge 25 maggio 2021, n. 73), svolgono, come attività prevalente, un’attività riferita ai codici ATECO 2007 indicati nell’allegato al decreto interministeriale in commento, rispetto alla quale hanno registrato la chiusura nel periodo intercorrente fra il 1° gennaio 2021 ed il 25 luglio 2021 (data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73), per un arco temporale complessivo di almeno cento giorni;

c) alla data di presentazione dell’istanza risultano titolari di partiva IVA attiva prima della data del 23 luglio 2021 per i soggetti di cui alla precedente lettera a) e prima della data 25 maggio 2021 per i soggetti di cui alla lettera b);

d) sono residenti o stabiliti nel territorio dello Stato;

e) non erano già in difficoltà al 31 dicembre 2019, fatta salva la deroga disposta per le microimprese e le piccole imprese dalla Sezione 3.1 “Aiuti di importo limitato” della comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020.




Da non perdere

Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a

Partner&Associati

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies