Per la pubblicità in questo spazio contattaci allo 0721 452269 o scrivi a
News

CONVENZIONE ECO TECH

Sicurezza e salute nel luogo di lavoro- Richiedi un preventivoLeggi

Prestiti e Fidi Pos, la Confcommercio sceglie la Bcc di Gradara per aiutare i suoi associat

Leggi

SIAE - PROROGA al 24 marzo

Leggi

Bronzi dorati e Fiera Nazionale del Tartufo, Pergola protagonista alla Bit di Milano

Leggi

Tariffe hotel, scontro con la Romagna

Il turismo che arretra, accerchiato da problemi come alberghi chiusi, meno personale utilizzato e prenotazioni ancora scarse per ferragosto.
Mancano dieci giorni al momento clou dell’estate e gli operatori del settore tracciano un primo bilancio, parlando anche di altri nodi che vengono al pettine. Il presidente Apa Hotels Fabrizio Oliva spiega che «ancora c’è ampia disponibilità negli alberghi per ferragosto. Ma questo ormai è una tendenza degli ultimi anni,per poi riempirsi sotto data. Quello che però ci preoccupa è la ricerca del prezzo e dell’offerta. Abbiamo tariffe anche a 45 euro con pensione completa tra luglio e agosto, ma purtroppo ci sono agenzie della Romagna che sono riuscite a infiltrarsi e convincere qualche nostro albergatore ad accettare gruppi di turismo sociale anche a 28 euro. E’ un tipo di turismo con cui abbiamo sempre lavorato e no dobbiamo farcelo portare via. Bisogna fare scudo e non cadere in questi tranelli, altrimenti diamo lì immagine di un turismo senza qualità e servizi. E soprattutto sono cifre che ci porteranno via parecchio in termini di fatturato». Fino ad ora Oliva spiega che «a luglio non ci sono state le presenze che ci aspettavamo. Purtroppo siamo in linea con lo scorso anno che però fu molto piovoso. Cercheremo di rifarci in questa seconda parte perché dobbiamo difendere il prezzo almeno a 70 euro pensione completa e riempire le camere».
Il direttore della Confcommercio Amerigo Varotti vede arrivare tante pratiche ai tavoli della sua associazione. «Parliamo delle buste paga dei lavoratori impiegati nella ristorazione e negli alberghi. A differenza degli scorsi anni vediamo che il numero degli occupati è più o meno simile, ma invece che contratti stagionali, quest’anno sono esplosi i voucher, ovvero tagliandi con cui il datore paga il lavoro a ore. Dunque i lavoratori vengono assunti quando serve, soprattutto nei week end, questo la dice lunga sulla stagione in corso che non sta andando nel migliore dei modi. L’anno scorso avevamo la scusa della pioggia, ora dobbiamo fare i conti con la concorrenza spietata della Romagna. L’altro giorno dei russi ci hanno chiesto un pacchetto a 19,50 euro con pensione completa. Noi non riusciamo, quindi sono andati in riviera romagnola. Questo ci deve insegnare che invece di fare eventi con Rimini, sarebbe bene diversificarci e promuovere le nostre città nelle fiere, nelle piazze con un’offerta che punta al mare, alla cultura e all’enogastronomia. Questo è il marketing vero».
Un cenno a Ferragosto. «Abbiamo grandi aspettative, però dobbiamo spalmare gli arrivi su tutta la stagione con una promozione mirata anche delle istituzioni». E se il pienone manca, c’è anche un altro dato che deve far riflettere. Il vice presidente Apa Roberto Signorini lo porta alla luce. «In questi ultimi tre-quattro anni hanno chiuso il Rex, l’International, il Garden, il Burivage, lo Sporting, il Vienna ed altri. Nonostante questo non si sente la necessità di avere altri posti letto, perché tanto non riusciamo a riempire le strutture. E’ un segno evidente che bisogna rivedere l’offerta. E che bisogna puntare sulla qualità, non sulla quantità di camere». Quanto al piano turistico Signorini è convinto che «la promozione stia crescendo, ma manca tanta strada per far capire che Pesaro è una città turistica. In fondo chi viene qui resta soddisfatto, ma dobbiamo farci conoscere. Cosa che non passa per la svendita delle camere come si sta facendo. Non è questa la strada. Tant’è che quest’anno avremo un fatturato del 10-15% in meno per via dei tanti sconti ed offerte».

Da non perdere

Casa di Cura Privata Prof. Montanari

Casa di Cura Privata Prof. Montanari - La Casa di Cura Privata Prof. E. Montanari si trova a Morciano di Romagna ed è una struttura sanitaria privata che si occupa di medicina e chirurgia generale
La Casa di Cura Privata Prof. E. Montanari si trova a Morciano di Romagna ed è una struttura sanitaria privata che si occupa di medicina e chirurgia generale
Tel.: 0541.988129
www

Partner&Associati

#Conforzaecoraggio

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies